Categoria: Articoli

Il fiore del signor Moggi di Bernard Friot e Nicoletta Bertelle

“Nulla vieta di credere che i discorsi che ora facciamo siano tenuti in sogno; e quando in sogno crediamo di raccontare un sogno, la somiglianza delle sensazioni nel sonno e nella veglia è addirittura meravigliosa” (Platone, Teeteto, 158 c)   Di che sostanza sono fatti i sogni? È possibile disegnarne uno, appropriarsi della sua effimera bellezza, dargli corpo e colore, in modo che anche gli altri lo vedano e possano condividere con noi lo stupore e l’emozione che c’ha dato? A ben vedere, per il signor Moggi – che si è appena svegliato da un bellissimo sogno – la questione… Read More

La Rassegna delle Letterature Inclusive vince il Maggio dei Libri 2019

  Anche se la Rassegna si è conclusa da alcuni mesi, abbiamo tre bellissime novità di cui vogliamo parlarvi. Andiamo con ordine. La prima. Lo scorso 28 settembre la Rassegna delle letterature inclusive ha partecipato alla VI edizione di Educare alle Differenze che quest’anno si svolgeva a Pisa: Educare alle differenze è un’iniziativa nata dal basso, per sostenere la scuola pubblica e laica, artigiana di emancipazione e solidarietà, e per promuovere un’educazione che si fondi sulla differenza come valore e risorsa, non come problema o minaccia. Il nostro poster faceva bella mostra di sé, accanto a tanti altri che raccontavano… Read More

Inclusive Book e libri in simboli

La svolta dell’Inclusive Book Come ci ricorda la Carta dei diritti della Comunicazione, “ogni persona, indipendentemente dal grado di disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare, mediante la comunicazione, le condizioni della sua vita”, ovviamente per migliorarla, per esprimere in pienezza la propria identità. Partendo da questo principio si declinano, poi, i diritti specifici di ‘chiedere’, ‘scegliere’ e ‘rifiutare’, che presuppongono sempre un intervento e un coinvolgimento attivo dell’adulto, del terapeuta, del logopedista il quale, però, non potrà mai sostituirsi all’effettivo titolare del diritto: dal momento che al centro della nostra strategia comunicativa si devono trovare sempre e solo le… Read More

La comunicazione aumentativa e alternativa (CAA)

Cos’è la CAA? Con l’espressione “comunicazione aumentativa e alternativa” (CAA) si fa riferimento a una modalità comunicativa che integra o sostituisce il linguaggio verbale (o la scrittura) con altre modalità comunicative, maggiormente flessibili e in grado di coinvolgere più attivamente la persona che, per vari motivi (disabilità complesse, traumi, patologie neuromuscolari, ritardi neurocognitivi), può presentare difficoltà o ritardi nell’interfacciarsi con il linguaggio verbale. L’aggettivo “aumentativa” ci ricorda che la questione centrale non è sostituire o integrare il linguaggio verbale ma definire, a partire dalla persona che si ha davanti, la strategia comunicativa più efficace per favorire il potenziamento delle sue… Read More

Includere davvero

Recentemente ci è capitata una cosa molto molto bella. Nel corso di un laboratorio condotto insieme a una nostra amica, nell’ambito della nota manifestazione Earth Day Italia (presso il Galoppatoio di Villa Borghese), ci è stato fatto presente che tra i bimbi c’era una bambina sorda: avrebbero potuto segnare per lei i due responsabili che accompagnavano i bambini e, invece, ha voluto farlo la sorellina più grande. Durante il laboratorio, abbiamo poi scoperto che altri bimbi erano in grado di farlo, forse non con la stessa ricchezza nel vocabolario, ma sicuramente con la stessa determinazione. Perché voler abbattere muri e… Read More