Categories: Articoli

I Musicanti di Brema. Che ci fa un totem al centro del villaggio?

I Musicanti di Brema. Che ci fa un totem al centro del villaggio?

Jacob L. Grimm, Wilhelm K. Grimm, Claudia Palmarucci, I Musicanti di Brema, Orecchio acerbo, Roma 2015 di Giancarlo Chirico Lo ammetto: I musicanti di Brema – assieme a Il gatto con gli stivali – è una delle mie fiabe preferite; probabilmente, l’albo di Orecchio acerbo e le illustrazioni di Claudia Palmarucci, hanno avuto un ruolo […]

Frida allo specchio!

Frida allo specchio!

Frida allo specchio! di Giancarlo Chirico È indubbio che lo specchio rappresenti uno degli oggetti (fiabeschi e non) più affascinanti e densi di significato. In primis, perché riflette quel che tu sei, restituisce ai tuoi occhi l’immagine che porti in giro per il mondo, senza alcun filtro o effetto speciale: lo specchio sa essere veritiero […]

“Havel e i suoi fantasmini” di Giancarlo Chirico

“Havel e i suoi fantasmini” di Giancarlo Chirico

 «Ogni parola racchiude in sé la storia di coloro che la pronunciano […] Un uomo solo, anche se apparentemente impotente, che ha il coraggio di pronunciare ad alta voce una parola autentica e di sostenerla con tutta la sua persona e con tutta la sua vita, pronto a pagare per essa duramente, ha più potere […]

Mappe delle mie emozioni – Un silenzio che parla di noi

Mappe delle mie emozioni – Un silenzio che parla di noi

L’opera che perdura è sempre capace di un’infinita e plastica ambiguità; è tutto per tutti; è uno specchio che svela tratti del lettore ed è insieme una mappa del mondo. (Jorge Luis Borges) Questo albo – formalmente “silenzioso” perché senza parole – si rivela sorprendente già nel titolo, che combina e mette insieme due elementi […]

Il fiore del signor Moggi di Bernard Friot e Nicoletta Bertelle

Il fiore del signor Moggi di Bernard Friot e Nicoletta Bertelle

“Nulla vieta di credere che i discorsi che ora facciamo siano tenuti in sogno; e quando in sogno crediamo di raccontare un sogno, la somiglianza delle sensazioni nel sonno e nella veglia è addirittura meravigliosa” (Platone, Teeteto, 158 c)   Di che sostanza sono fatti i sogni? È possibile disegnarne uno, appropriarsi della sua effimera […]