Blog

copertina

Come si chiama la felicità, ovvero La scimmia

3/4/2020 I venerdì fiabasofici Autore: Giancarlo Chirico La felicità dell’uomo non resta mai nello stesso punto. Erodoto   In questi tempi un po’ balordi, nei quali il tempo sembra essersi fermato e i nostri pensieri tendono ad accartocciarsi intorno a un senso neanche tanto velato di paura e di inquietudine, ho riletto con rinnovata attenzione […]

la-bambina-di-vetro

Le due bambine di vetro, ovvero il coraggio della parresia

Quando ho avuto tra le mani La bambina di vetro, l’ultimo albo di Beatrice Alemagna per Topipittori, ho avuto come un sussulto. Eh sì, perché qualche tempo fa anch’io avevo scritto una fiaba con lo stesso titolo, una fiaba che, per lungo tempo ho mantenuto nascosta: il fatto è che quando scrivi una storia che […]

La domanda non è mai più grande della risposta

La domanda non è mai più grande della risposta

  Che cosa rende filosofi? Il coraggio di non serbare nel proprio cuore alcuna domanda. (Arthur Schopenhauer)   Quando mi chiedono com’è possibile fare filosofia a partire dagli albi illustrati, sono solito citare a menadito alcuni albi, alcuni titoli – diciamo così – infallibili, ‘esemplari’: in questo elenco non può mancare il capolavoro di Wolf […]

Che cos’è un bambino? Ovvero indossare gli occhiali giusti…

Che cos’è un bambino? Ovvero indossare gli occhiali giusti…

  Diciamoci la verità: un albo illustrato il cui titolo già contiene una domanda è di per sé, quasi naturalmente, un’ottima occasione per fare filosofia con i bambini, perché ti viene subito voglia di cercare – non dico la risposta esatta, ma – quello che potrebbe essere il nostro personalissimo contributo alla sua definizione… Forse […]

Cosa diventeremo? Quando una domanda tira l’altra….

Cosa diventeremo? Quando una domanda tira l’altra….

Antje Damm, Cosa diventeremo?, Orecchio acerbo 2019 ovvero una domanda tira l’altra La filosofia può essere considerata come una cartolina postale che è stata scritta con l’intenzione di arrivare a destinazione ma che in realtà non lo fa. La filosofia che raggiunge la destinazione e che si distrugge in quest’ultima cessa di essere filosofia vera. […]